La "Truffa del sì", come funziona e come evitarla

Di Fabio Pagano

La cosiddetta “Truffa del sì” è in voga da un po' di tempo e potrebbe capitare anche a voi. In pratica la cosa funzionerebbe così. Si riceve la solita telefonata della compagnia di servizi che vuole proporre un cambio di contratto o un miglioramento, successivamente l'operatore o l'operatrice chiede all'utente se il proprio nome e cognome è quello indicato. Una domanda a cui solitamente si risponde con un sì. Ed è proprio qui che scatta la fornitura anche se non desiderata.

La polizia ha divulgato alcune linee guida per evitare questo tipo di truffa. Innanzitutto bisogna sempre chiedere alla società di identificarsi chiaramente, non fornire mai codici di alcun tipo e se viene comunque attivato un contratto bisogna immediatamente disconoscere questa attivazione. Il contratto concluso per telefono, infatti, è da considerarsi una semplice proposta contrattuale a cui deve far seguito una conferma scritta da parte del consumatore.  

Continua »